Consulta Nazionale Antiusura O.N.L.U.S.

Banner
Home

L'APPELLO DEL CARD. BASSETTI AL COSIGLIO PERMANENTE:SI AMPLIFCA IL RISCHIO USURA. S'INTERVENGA EFFICACEMENTE SUL SOVRAINDEBITAMENTO DI FAMIGLIE E IMPRESE

E-mail Stampa PDF

style="vertical-align:

"...In questo contesto si fa purtroppo sempre più pressante la frattura delle nuove povertà rispetto alle quali i dati sono deflagranti. La situazione socio-economica in cui si trova il nostro Paese è fonte di preoccupazione crescente: è chiaro che una serie di problemi di carattere strutturale conosciuti da tempo, a lungo sottovalutati, sono da affrontare in modo indifferibile. Se non s’interviene efficacemente sul sovraindebitamento di famiglie e imprese, cadute per la prima volta a causa della pandemia nella condizione di debitori insolventi, si amplificheranno le già drammatiche condizioni per il ricorso all’usura e l’accesso della Criminalità organizzata nei tessuti economici e sociali. Dall’osservatorio della Consulta Nazionale Antiusura Giovanni Paolo II con le sue 32 Fondazioni che operano in tutta Italia, viene rilevato un quadro preoccupante che va dalle famiglie e piccole imprese familiari divenute insolventi – sono 3 milioni di nuclei, per circa 7,5 milioni di persone fisiche; a quelle che avevano già varcato la soglia di rischio e sono ora in fallimento “tecnico” per debiti – sono 2 milioni e 250 mila unità, per 6,5 milioni di persone; infine a quelle a rischio di usura – quantificabili in 350 mila famiglie e in 800 mila persone.

Ultimo aggiornamento Martedì 16 Febbraio 2021 14:29 Leggi tutto...

BLOCCO AUTOMATICO DEI PIGNORAMENTI ANCHE PER LE FAMIGLIE SOVRA-INDEBITATE. GUALZETTI: «PROTEGGIAMO CHI STA RIENTRANDO DAI PROPRI DEBITI DALL’AGGRESSIVITÀ DI SOCIETÀ DI RECUPERO CREDITO SENZA SCRUPOLI»

E-mail Stampa PDF

gualzetti 3-1

“Sia esteso anche alle famiglie il blocco automatico delle azioni esecutive nelle procedure di sovra-indebitamento così come è stato previsto per le aziende”. È l’appello della Consulta Nazionale Antiusura Giovanni Paolo II, che insieme alle 32 Fondazioni Antiusura  operanti sul territorio nazionale e ad altre organizzazioni della società civile, si sono fatte promotrici in questi mesi di diverse iniziative a favore dei soggetti più deboli schiacciati sotto il peso dei propri debiti.
Oggi un’impresa in fallimento, quando chiede al giudice di avviare il concordato preventivo, durante tutto il processo di rinegoziazione può beneficiare di un ombrello protettivo (tecnicamente automatic stay) che salvaguarda il proprio patrimonio dalle azioni dei suoi creditori. Questo principio in Italia non vale per le famiglie. In questo modo può accadere che la persona sovra-indebitata subisca il pignoramento dello stipendio, della pensione, dell’auto, o si ritrovi con la propria casa all’asta, prima ancora che il gestore della crisi nominato dal giudice, proponga ai suoi creditori un piano di rientro.

Ultimo aggiornamento Giovedì 21 Gennaio 2021 17:02 Leggi tutto...

PASSA L’EMENDAMENTO SALVAFAMIGLIE DAI DEBITI DELLA CONSULTA ANTIUSURA GIOVANNI PAOLO II

E-mail Stampa PDF

salva_famiglie

Nei giorni scorsi, al sesto tentativo, è passato l’emendamento proposto dalla Consulta Nazionale Antiusura “Giovanni Paolo II” al Decreto Ristori che consentirà anche alle famiglie incapienti di accedere alle norme sul sovra-indebitamento di cui alla legge 3 del 2012 (la cosiddetta salva-suicidi), le quali saranno immediatamente applicabili.
«È un grande risultato che avvicina l’Italia all'Europa, un importante sollievo alle sofferenze di centinaia di migliaia di famiglie e piccole e medie imprese, un grande risparmio per la macchina giudiziaria», afferma Luciano Gualzetti, presidente della Consulta Nazionale Antiusura».

Ultimo aggiornamento Martedì 22 Dicembre 2020 11:54 Leggi tutto...

Pagina 1 di 38

> Cerca nel Sito

> Contatti

Consulta Nazionale Antiusura
"Giovanni Paolo II" Onlus
Via dei Gesuiti, 20 - 70122 Bari
tel. 080 523 54 54
fax 080 522 50 30

Invia una e-mail

> La Rete Territoriale

Mappa dell'Italia Puglia Molise Campania Abruzzo Marche Lazio Umbria Basilicata Toscana Emilia Romagna Calabria

> Attività

> Chi è online

 10 visitatori online