Consulta Nazionale Antiusura O.N.L.U.S.

Banner
Home

ORA TUTTO IL JACKPOT SIA DEVOLUTO IN FAVORE DEGLI OSPEDALI ITALIANI PER LA CURA DELLE PERSONE AFFETTE DA CORONAVIRUS

E-mail Stampa PDF

Stop-SlotmachinesDopo lo stop del Governo alle attività legate all'offerta di azzardo, tutto il jackpot dei premi ancora in palio oggetto della sospensione sia devoluto in favore degli Ospedali italiani per il contrasto del coronavirus.
È l’appello della Consulta Nazionale Antiusura “Giovanni Paolo II”, che riunisce 32 Fondazioni Antiusura operanti in tutte le Regioni d’Italia, e del Cartello “Insieme ontro l’Azzardo”.
Con Decreto del 21 marzo 2020, il Presidente Conte ha sospeso di fatto ogni attività legata all’offerta di gioco d’azzardo in quanto non ritenuta necessaria alla vita civile, sociale ed economica del Paese. Lo stop era già arrivato nella stessa serata grazie al neo Direttore dei Monopoli di Stato dott. Marcello Minenna, che con determina direttoriale ha sancito: 

1. “la sospensione con effetto immediato del gioco operato con dispositivi elettronici del tipo “slot machines”, comunque denominati, situati all’interno degli esercizi di rivendita; 
2. la sospensione della raccolta dei giochi sotto-descritti presso le “tabaccherie” e altri esercizi per i quali non vige obbligo di chiusura, con le seguenti decorrenze: - «SuperEnalotto», «Superstar», «Sivincetutto» «SuperEnalotto», «Lotto tradizionale»: dal termine dei concorsi di sabato 21 marzo 2020; la sospensione per tali giochi è estesa alla modalità di raccolta online nonchè alle conseguenti attività estrazionali al fine di ulteriormente limitare gli spostamenti ed il contatto dei soggetti la cui presenza risulterebbe necessaria per il corretto svolgimento delle citate attività; -  «Eurojackpot» la sospensione per tale gioco è estesa alla modalità di raccolta online ed ha effetto immediato; 
3. le scommesse che implicano una certificazione da parte di personale dell’Agenzia: dal giorno 22 marzo 2020;
4. La sospensione dei giochi di cui al presente provvedimento avrà efficacia per il perdurare dello stato di emergenza e sino a provvedimento di revoca.”

L’arresto si è reso necessario per via degli assembramenti che si erano creati nei giorni scorsi nelle tabaccherie, nelle sale da gioco e in ogni luogo di offerta in violazione di obblighi recentemente emanati dal Presidente del Consiglio a tutela della salute della popolazione. Il Governo ha accolto le sollecitazioni provenienti dai Sindaci e dalla società civile. Si ricorda che proprio nei giorni scorsi la Consulta Nazionale Antiusura e il Cartello “Insieme contro l’Azzardo” avevano messo in evidenza l’esigenza di porre un freno. Si era levata forte anche la voce da parte del Presidente dell’Anci, Antonio Decaro, che ha pronunciato parole inequivocabili. Tutta la popolazione è chiamata a gesti di solidarietà e di sacrificio. 

La Consulta Nazionale Antiusura insieme alle 32 Fondazioni d’Italia e il Cartello “Insieme contro l’Azzardo” chiedono al Governo di porre in essere tutte le azioni necessarie affinché sia devoluto tutto il jackpot dei premi ancora in palio oggetto della sospensione in favore degli Ospedali italiani per il contrasto del coronavirus. Questa è l’ora della solidarietà, questo è il momento di essere uniti, per eliminare anche per il dopo emergenza corona virus ogni esperienza legata al mondo e all’industria delle scommesse. L’azzardo-virus in questi giorni di pandemia e di sofferenza sta producendo nuove vittime, colpisce le persone sole, deboli e indifese.